IC COMACCHIO

Si prega l’utenza di controllare nelle seguenti pagine aggiornate i libri di testo per l’Anno Scolastico 2021- 2022.

Scuola Primaria di Fattibello

Scuola Primaria di San Giuseppe

Scuola Secondaria di I Grado “A. Zappata”

Il Progetto di “Orchestra Scolastica”, realizzato durante l’Anno Scolastico 2020- 2021, e che ha coinvolto le classi 4A, 4B e 4C della Scuola Primaria di Fattibello, si avvia verso i primi momenti di restituzione.

Il primo sarà il giorno Venerdì 18 giugno 2021, alle ore 18.00 presso la Piazzetta Trepponti, in occasione dell’apertura del Festival “MARE DI MUSICA”, il secondo Giovedì 24 giugno 2021, alle ore 21.00 in occasione dello Spettacolo di Fine Anno della Civica Orchestra di Musica, presso l’Arena Bellini.

Gli eventi sono ad accesso libero, senza prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Sicuramente molti di voi li hanno già visti per la strada e forse molti si starano ancora chiedendo che cosa intendono pubblicizzare questi manifesti. Un prodotto? Un evento? Un personaggio pubblico?
No, niente di tutto questo! Con questi manifesti i ragazzi delle 5^ A e B della scuola primaria di Comacchio hanno voluto comunicarci le loro riflessioni su temi importanti come le pari opportunità, il razzismo, la solidarietà, la libertà, la scuola e il rispetto dell’ambiente, ma soprattutto hanno voluto dimostrarci come sia possibile fare pubblicità senza ricorrere a quegli stereotipi che vengono generalmente e subdolamente utilizzati in ambito pubblicitario, per promuovere la vendita di un determinato prodotto o servizio, favorendo così la diffusione o il rafforzamento di modi di pensare e di pratiche culturali scorrette.
Questo era, infatti, l’obiettivo del progetto “STEREOTISPOT” che l’I.C. di Comacchio ha promosso in collaborazione con il Comune di Comacchio ed il contributo della Regione Emilia-Romagna.
Il progetto è stato realizzato con la collaborazione e la supervisione dell’esperto di grafica Riccardo Buonafede.
Dopo aver compreso che cos’è uno stereotipo ed aver appreso gli elementi essenziali del linguaggio pubblicitario, attraverso momenti di confronto e dibattito gli alunni hanno deciso che forma pubblicitaria realizzare e gli argomenti di cui trattare.
La classe VA ha scelto di trattare il tema del razzismo, dell’inclusione e della parità di genere, mentre la V B ha deciso di parlare di scuola, dei parchi e delle aree verdi del nostro territorio e della libertà.
Tutti i temi degli argomenti trattati sono stati selezionati in un clima di grande collaborazione e condivisione tra i compagni; in quest’anno di pandemia ciò è stato particolarmente apprezzato perché hanno permesso di riscoprire il gusto di esporre davanti ad altre persone le proprie idee e convinzioni anche su temi delicati.
Dal dibattito sono poi scaturite le idee per iniziare ad abbozzare, anche dal punto di vista grafico, i manifesti.
Dopo la stampa, all’inizio di giugno, con la collaborazione dell’Ufficio Affissioni del Comune di Comacchio, i manifesti sono stati affissi negli spazi pubblici destinati alla pubblicità e disseminati su tutto il territorio comunale, realizzando in questo modo una vera e propria campagna pubblicitaria che, ci auguriamo, porterà a tutta la cittadinanza i messaggi positivi dei nostri ragazzi.
Se desiderate saperne di più, inquadrate il QR-code nell’angolo del manifesto e scoprirete il percorso che hanno fatto i ragazzi per arrivare a presentarvi tutto questo!

 

Nel corso del laboratorio gli alunni delle classi 2^C e 3^C si sono cimentati con le tecniche di pilotaggio professionale di un drone, venendo a conoscenza diretta delle sue molteplici possibilità d’uso, in condizioni di sicurezza.
Ecco alcune foto delle attività svolte presso il campo sportivo Raibosola di Comacchio sotto la guida dell’istruttore Maurizio Cinti.
 
Clicca sull’immagine per visualizzare altre fotografie
 
 
Progetto Libera dalle Mafie Comacchio 2020/21 Legalità democratica
 
Scuola secondaria di primo grado – IC Comacchio
 
Ecco gli alunni delle classi 2^A, 3^C e 3^D impegnati nelle varie fasi del percorso progettuale:
 
– Incontri con lo scrittore e giornalista Alessandro Gallo;
– Laboratorio artistico con lo street artist Riccardo Buonafede e risultato finale del lavoro svolto in formato digitale.
 
Si ringraziano gli alunni, il Comune di Comacchio e le docenti Anna Curati, Maria Gloria Rolfini ed Eleonora Tuffanelli per la collaborazione.

Clicca sull’immagine per accedere alla galleria

Ed ecco l’ultimo video della serie MIM- Museum in Music!

(Scorri fino alla fine per il video)

Ridolfo Luigi Boccherini è stato un compositore e violoncellista italiano. Prolifico compositore, principalmente di musica da camera, fu il maggior rappresentante della musica strumentale nei paesi neolatini europei durante il periodo del Classicismo.

Il celebre Minuetto è tratto dal quintetto d’archi in mi maggiore, Op. 11, n. 5 è una delle sue opere più famose che è più spesso eseguito come un pezzo autonomo al di fuori del contesto del quintetto completo. Il Minuetto di Boccherini è stato spesso usato per rappresentare la società della fine del XVIII e inizio del XIX secolo.

Non poteva, pertanto, esserci brano più adatto per rappresentare la struttura e gli elementi architettonici del Settecentesco Ospedale degli Infermi di Comacchio, ora sede del Museo del Delta Antico, e per concludere questa nostra visita guidata, condotti dalla musica attraverso i secoli.

Questo nostro tour virtuale sarà presto fruibile sulla pagina web: https://spaziomarconi.it/discovercomacchio/ in una cartina interattiva in cui potrete divertirvi a riascoltare i brani eseguiti e a conoscere più approfonditamente tanti aspetti del Museo.

Tutto ciò per invitarvi a visitare di persona il Museo del Delta Antico per apprezzarne dal vivo la ricchezza ed il valore. Vi aspettiamo!

 

Progetto “MIM – Museum in Music”

IX edizione del Concorso “Io amo i beni Culturali” Emilia-Romagna 

Clicca sull’immagine per vedere il video

(Scorri fino alla fine per il video)

Vogliamo lasciarvi il tempo di ammirare l’elegante scalone che collegava il piano terra al primo piano del Settecentesco Ospedale degli Infermi, che attualmente ospita il Museo del Delta Antico, ascoltando un brano della tradizione rinascimentale.

“Par le regard de vos beaux yeux”  è uno dei brani più famosi di Dufay.

Le parole del titolo “Al cospetto dei tuoi bei occhi” dicono tutto.

Questo è reso da un fraseggio dolce e lirico.

 

Progetto “MIM – Museum in Music”

IX edizione del Concorso “Io amo i beni Culturali” Emilia-Romagna 

Clicca sull’immagine per vedere il video